Regolamento transitorio del Gruppo Speleologico Fiorentino

(testo approvato in Assemblea generale del 29 gennaio 2009)


1- QUOTE SOCIALI

  1. La quota sociale viene deliberata dall’assemblea ordinaria dei soci su proposta del consiglio o dei singoli soci. La quota attuale è di € 20,00 come deliberato dall’Assemblea ordinaria dei soci del 31/01/2008 (2a Assemblea annuale dei soci, nella sezione "Quote Sociali") da rinnovare entro il 31 marzo di ogni anno; il pagamento può essere effettuato anche con versamento di € 21,00 (di cui € 1,00 per rimborso spese di spedizione bollino a domicilio) sul c.c.p. 16419509 intestato a: Gruppo Speleologico Fiorentino Cai – Vialetto Gomez – 50136 Firenze, con causale “quota sociale ”.
  2. Il prezzo del carburo è esposto nella sede del gruppo ed è calcolato a pareggio con le spese di acquisto, di spedizione e di una quota di perdita per spolvero.

2 – SOCI EFFETTIVI

  1. Sono soci effettivi quei soci che hanno regolarmente pagato la quota associativa, salvo il caso che siano stati sottoposti a provvedimenti disciplinari. (Modifica approvata dall’Assemblea ordinaria 1998)

3 - USCITE

  1. Le uscite vengono organizzate da uno o più soci del GSF, che fissano un coordinatore fra i partecipanti.
  2. Il coordinatore deve indicare, entro il GIOVEDI’ precedente l’uscita, il luogo esatto dell’uscita e il materiale necessario.
  3. Il coordinatore deve dichiarare di essersi accertato che i partecipanti all’uscita, sono titolari di assicurazione infortuni in corso di validità.
  4. Per un’elementare norma di sicurezza è raccomandato di avvertire un socio prestabilito del rientro a Firenze.
  5. Il coordinatore o i partecipanti all’uscita,  devono presentare relazione scritta entro 30 giorni dall’uscita.
  6. Entro il giovedì successivo l'uscita, salvo spedizioni prolungate autorizzate, il coordinatore dovrà riconsegnare il materiale REVISIONATO e PULITO in magazzino.

4 - MAGAZZINO

  1. 1- Il magazzino è aperto ai soci del GSF nei giorni di martedì e giovedì non festivi dalle ore 22 alle ore 23.
  2. Il materiale può essere utilizzato solo da coloro che, al momento del prelievo, sono in regola con le quote sociali dell'anno in corso e titolari di assicurazione infortuni in corso di validità.
  3. Il materiale prelevato deve essere restituito entro il martedì e comunque non oltre il giovedì successivo al suo ritiro, salvo spedizioni prolungate preventivamente autorizzate dal Consiglio Direttivo (modifica  approvata dalla II^ Assemblea Ordinaria 1997).
  4. Il socio che non ottemperi a quanto disposto nell'art.3 per due volte, viene automaticamente escluso dal prelievo per l'anno sociale in corso;
  5. L'affitto del materiale deve essere pagato al momento del ritiro (modifica approvata dalla II^ Assemblea Ordinaria 1992).
  6. Il materiale può essere prelevato anche per delega, purché il delegato sia un socio del GSF e titolare di assicurazione infortuni in corso di validità. Risponderà del materiale colui che ha firmato la scheda di prelievo.
  7. Il materiale, specialmente le corde, deve essere restituito revisionato, pulito e rifatto. Coloro che non ottemperino a tale regola saranno esclusi dal prelievo come all'art.4 del presente articolo.
  8. All'atto della restituzione del materiale i soci sono obbligati ad informare uno dei magazzinieri riguardo ad eventuali rotture, smarrimenti o danneggiamenti subiti dal materiale. Il materiale danneggiato o smarrito dovrà essere rimborsato dal socio affittante al GSF sulla base dei prezzi correnti di listino; il materiale fuori listino verrà sostituito con materiale con almeno le stesse caratteristiche e prestazioni che si trova attualmente in commercio.
  9. I magazzinieri mettono in distribuzione solo il materiale per cui hanno ricevuto il consenso dal Consiglio direttivo del GSF.
  10. Le quote di noleggio del materiale sono stabilite dal Consiglio del GSF  e sono suscettibili  di adeguamento su delibera dello stesso.
  11. I soci sono tenuti ad assicurarsi che la scheda di prelievo del materiale sia regolarmente compilata, che il magazziniere consegni loro la ricevuta del prelievo del materiale e provveda alla cancellazione totale o parziale  della stessa  all’atto della restituzione.
  12. I soci sono tenuti a utilizzare con cura e riguardo il materiale prelevato, in quanto patrimonio del GSF, e ad attenersi al presente regolamento.
  13. Le attrezzature personali (imbraco, attrezzi da discesa e risalita, casco con impianto singolo o misto)  possono essere noleggiate a quota ridotta agli allievi dell’ultimo corso, fino all’inizio del corso successivo, e per scopi didattici e divulgativi e a quota maggiorata per l’uso occasionale da parte dei soci che ne fossero sprovvisti; le quote di noleggio sono stabilite come previsto dall’art. 10 del presente articolo.

5 - BIBLIOTECA

  1. La biblioteca è aperta tutti i giovedì dalle 22:00 alle 23:00, presso la sede di Vialetto A. Gomez;; fuori orario è possibile accordarsi telefonicamente con i bibliotecari. Libri e pubblicazioni dislocati presso al biblioteca della Sezione Fiorentina del CAI, in Via del Mezzetta, 2m, possono essere consultati e presi in prestito previo accordo con i bibliotecari del CAI;
  2. I soci CAI e GSF hanno diritto di prendere in prestito libri, pubblicazioni, estratti senza alcun onere e solo con la formalità della firma per ricevuta;
  3. Ogni socio può prendere al massimo due libri o pubblicazioni con più di cento pagine o non più di cinque pubblicazioni, periodici od estratti;
  4. La durata massima del prestito è così fissata; libri: trenta giorni; pubblicazioni, periodici ed estratti: quindici giorni;
  5. I PRESTITI SONO RINNOVABILI SOLO PER RAGIONI DI STUDIO MOTIVATE; i prestiti per motivi di studio sono prorogabili oltre quattro mesi solo se il libro in questione non viene richiesto da altri soci.
  6. Il socio che prende a prestito testi della biblioteca, ne risponde personalmente; in caso di deterioramento di un volume è tenuto a sostituirlo a sue spese, trattenendo la copia deteriorata; nel caso che tale testo sia introvabile, il socio si impegna a fotocopiarlo a sue spese, consegnando alla biblioteca fotocopia ed originale;
  7. Si applica una quota di mora a vantaggio del fondo biblioteca pari a € 3,00 per settimana dalla scadenza del prestito;
  8. Il bibliotecario risponde della biblioteca e del suo funzionamento di fronte al Consiglio Direttivo; ne custodisce le chiavi ed è tenuto a presentare alla fine di ogni anno una relazione sullo stato della biblioteca stessa;
  9. Il ricevere in prestito materiale della biblioteca implica conoscenza ed accettazione del presente regolamento;
  10. Gli estratti del GSF sono disponibili in vendita, fino ad esaurimento, al prezzo di € 2,00 per quelli senza cartografia, e di € 3,50 per quelli con cartografia allegata; 
  11. Il prezzo delle Pubblicazioni è fissato dal Consiglio Direttivo.

PrintEmail